Excite

Pavia, il primo centro italiano di adroterapia oncologica

Ieri a Pavia è stato inaugurato il primo Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica in Italia, il quarto al mondo dopo quelli di Chiba e Hyogo, in Giappone, e di Heidelberg, in Germania. In questo Centro si attua una nuova terapia contro i tumori non operabili o resistenti alle normali radioterapie, in grado di penetrare in profondità salvaguardando però i tessuti sani. Si tratta di fasci di particelle subatomiche, una sorta di super-raggio invisibile, capace di arrivare all'interno del Dna delle cellule del tumore e distruggerlo. Presenti all'inaugurazione i ministri Ferruccio Fazio, Giulio Tremonti e Umberto Bossi.

Come riportato da Il Corriere della Sera, il direttore tecnico della Fondazione Cnao Sandro Rossi ha spiegato: 'Si tratta di un acceleratore di particelle con due sorgenti che generano ioni carbonio e protoni. Questi ioni girano nel sincrotrone a una velocità iniziale di circa 30mila chilometri al secondo e vengono, poi, accelerati fino all'energia desiderata, scelta dal medico in base alla profondità del tumore'. Dopodiché il raggio viene avviato alla sala di trattamento. Un ciclo di terapia è costituito da circa dieci sedute.

Il direttore scientifico della Fondazione Cnao Roberto Orecchia ha affermato: 'Questo trattamento, però non sostituisce la radioterapia convenzionale, ma è un'arma in più'. Il centro di adroterapia pavese ora avvierà la fase di sperimentazione che si concluderà nell'ottobre del 2011. Il centro sarà pienamente operativo nel 2013. Secondo quanto sottolineato dal quotidiano ad oggi in tutto sono stati trattati con ottimi risultati il mondo 50mila pazienti con protoni e oltre 6mila con ioni carbonio.

Foto: tekne.ws

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017