Excite

Per dimagrire? Basta dormire

Alcuni studi presentati nel corso di "Sleep 2009", il convegno delle Società di Medicina del Sonno tenutosi a Westchester negli Stati Uniti, hanno dimostrato che dormire aiuta a dimagrire. Durante il sonno, infatti, si bruciano più calorie. Dormire poco, al contrario, sembra far ingrassare.

Secondo quanto emerso da una ricerca condotta dai ricercatori dell'università della Pennsylvania, che hanno studiato una novantina di volontari, riducendo le ore di sonno anche per 5 giorni si mette sù in media un chilo e 300 grammi di peso. Eppure durante lo studio ai volontari non sono state imposte restrizioni dietetiche e il 70 per cento dei partecipanti ha detto di aver avuto meno fame. Siobhan Banks, coordinatore della ricerca, ha spiegato: "Crediamo che abbia 'pesato' la sedentarietà e soprattutto la maggiore probabilità di cedere agli spuntini durante il tempo trascorso da svegli. L'importante sarebbe fare attività fisica sufficiente a bilanciare l'introito calorico e scegliere, per i fuori pasto durante i periodi insonni, snack leggeri con pochi grassi e zuccheri".

La responsabile del Centro di Medicina del Sonno del Policlinico Tor Vergata di Roma, Maria Grazia Marciani, ha spiegato: "Non dormire mai abbastanza fa saltare gli equilibri del nostro metabolismo. E non bisogna illudersi di poter recuperare il sonno perso di notte con pennichelle e pisolini diurni, perché il riposo notturno è quello più importante per garantire un corretto assetto ormonale, che dipende in larga misura dall'alternanza luce/buio e veglia/sonno. Modificare i ritmi e le abitudini può pregiudicare la produzione di ormoni come la melatonina, il cortisolo, la leptina e la grelina. La carenza di sonno incide poi sulla regolazione della glicemia aumentando la resistenza all'insulina e aprendo la strada allo sviluppo del diabete".

Quindi dormire fa bene, ma attenzione a non esagerare. Anche dormire troppo può causare problemi alla linea. Le ore di sonno perfette sembrano essere tra le sette e le nove. Il direttore dell'Istituto di Medicina del Sonno dell'università di Washington, Nathaniel Watson, ha studiato circa 1800 persone e di queste ha calcolato l'indice di massa corporea. Poi ha chiesto loro quanto dormissero abitualmente ogni notte e ha scoperto che chi riferiva di dormire fra le 7 e le 9 ore per notte è risultato più magro rispetto a chi dormiva di meno, ma anche rispetto a chi dormiva di più. Watson ha spiegato: "Il motivo pare da ricercare in elementi ambientali e non genetici. Abbiamo infatti condotto lo studio su coppie di gemelli e verificato che l'effetto dei geni sul risultato è praticamente nullo. Il peso, perciò sembra essere una funzione della quantità di sonno abituale".

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017