Excite

Per guidare la sedie a rotelle basta il pensiero

E' realtà il primo modello sperimentale della sedia a rotelle controllabile con il pensiero grazie a un casco pieno di elettrodi capaci di captare e analizzare l'attività cerebrale e trasmettere gli ordini all'apparecchio.

Il ritrovato della tecnologia, realizzato dall'azienda automobilistica giapponese Toyota, potrebbe presto costituire un'importante novità per tutte le persone disabili. I ricercatori hanno spiegato che con questa nuova sedia a rotelle indossando il casco con gli elettrodi "se l'utilizzatore immagina una mano o un piede che si muovono, il sistema attiva la risposta corrispondente e la sedia cammina, torna indietro, gira su se stessa o curva a destra e a sinistra".

Secondo quanto affermato dall'azienda automobilistica dopo un addestramento di tre ore al giorno per una settimana il sistema è capace di adattare le risposte in funzione alle richieste dell'utilizzatore. Al momento la precisione raggiunta nel controllo mentale della sedia a rotelle è del 95 per cento, ma i ricercatori sono ancora a lavoro per perfezionare l'apparecchio.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017