Excite

Perché le zanzare pungono alcune persone e altre no

L'estate è la nostra stagione preferita perché sa di pelle baciata dal sole, di mare e di vacanza. Peccato, però, abbia anche il suo risvolto negativo, come l'arrivo delle zanzare. C'è chi è completamente immune al morso degli insetti e chi è costretto a dormire di notte coperto da capo a piedi, effetto sauna, pur di non essere ridotto come uno scola pasta? Ma in base a che cosa le zanzare scelgono le loro prede?
    Youtube

PERCHÈ D'ESTATE?

Per gran parte delle specie, l'estate è il periodo degli amori, questo le rende particolarmente "assetate". Vengono deposte le uova e, di conseguenza, le femmine hanno bisogno di nutrirsi di alcune proteine che si trova solo nel sangue di altri animali perché non sono capaci di produrlo da sè.

    Youtube

I SOGGETTI PIU' APPETITOSI

Le vittime non sono soggetti a caso, ma vere prescelte. Infatti, soltanto il 20% delle persone viene punto dalle zanzare. Questi insetti sono attratti dai gas e sono capaci di fiutare l'anidride carbonica anche a 50 metri. Questo, però, non spiega la ragione per cui, alcuni sono dei veri magneti e altri vengano scartati a priori. La risposta, dunque, è nel sangue.

GRUPPO SANGUIGNO

Un gruppo di ricercatori ha chiuso in una stanza soggetti con gruppo sanguigno diverso. Il risultato? Quelli appartenenti al gruppo 0 sono stati punti il doppio rispetto agli altri. Come fanno le zanzare a distinguere il tipo di sangue? La pelle dell'85% delle persone lancia una sorta di segnale chimico. Il 15% "silente", invece, viene lasciato in pace proprio perché non trasmette alcun segnale.

QUESTIONE DI GUSTI E BATTERI

Le zanzare fiutano acido lattico, acido urico, ammoniaca e altri prodotti metabolici presenti nel sudore. Ciascuno di noi produce in quantità diverse queste sostanze in base ai geni e ritmo metabolico. Anche in questo bisogna essere fortunati dal momento che non tutte le zanzare hanno gli stessi "gusti", e così alcune preferiscono l'odore dell'ammoniaca, altre quelle dell'acido lattico.

A TUTTO CALORE

Le zanzare percepiscono anche il calore. Gli sportivi, perciò, non dovranno stupirsi se durante l'attività verranno punti. Dopo una doccia fredda, infatti, il rischio di punture si abbassa notevolmente. E sul calore influisce anche l'alcol: chi beve si "surriscalda" e ha più possibilità di richiamare il fiuto delle zanzare.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017