Excite

ProDigits, le prime dita artificiali

Si chiamano ProDigits e sono le prime dita artificiali impiantate con successo. Come descritto da Il Corriere della Sera, la protesi, realizzata dalla società inglese Touch Bionics, si presenta come un guanto personalizzato che può essere indossato su qualsiasi mano; al suo interno si trovano dei sensori mioelettrici che percepiscono la tensione generata dai muscoli del braccio e la trasformano in movimento.

Grazie a queste dita artificiali è possibile raccogliere oggetti di piccole dimensioni, il che significa riuscire a compiere qualsiasi gesto senza difficoltà. Il costo è piuttosto elevato. A seconda della tipologia la protesi può costare tra i 38mila e i 50mila euro. Ma il risultato è garantito. La società che la produce ha intenzione di proporla anche ai servizi sanitari pubblici.

Le prime dita artificiali sono state impiantate con successo a una donna spagnola, Maria Antonia Iglesias. La signora Iglesias, 42 anni, è un'ex-pianista che nel 2003, a causa di una grave infezione, ha dovuto subire l'amputazione di tutte le dita della mano destra, oltre la totale rimozione della mano sinistra. Ogni normale gesto quotidiano le era così diventato impossibile, almeno fino ad oggi.

Grazie all'innovativa protesi ora la signora ha addirittura ricominciato a suonare il pianoforte e al Times ha detto: "Sono davvero contenta di aver aderito a questo progetto, per me si tratta di un sogno che si realizza. Prima per me era impossibile anche una semplice cosa come prendere un bicchiere d'acqua per bere".

Foto: timesonline.co.uk

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017