Excite

Raffreddore cronico: cause, sintomi e terapie

Forme più o meno lievi di raffreddore si diffondono con estrema facilità dai primissimi giorni d’autunno, complice il più o meno repentino abbassamento delle temperature dopo l’estate e le basse difese di molti soggetti nella fase di transizione tra una stagione e l’altra. Quando starnuti e secrezione si presentano quotidianamente, per periodi assai lunghi e senza apparenti cause concrete, molto spesso il parere dei medici vira verso la cosiddetta rinite aspecifica, diagnosticata ad un numero assai elevato di pazienti di qualsiasi età, adulti ma anche bambini.

Farmaci e rimedi naturali contro naso chiuso e raffreddore stagionale

    @medicalboxit

Sintomi e cause del Naresma: come distinguerlo dal normale raffreddore?

Chi fa i conti con sintomi comuni al classico raffreddore ma deve fare i conti dall’inizio alla fine della giornata e non solo in coincidenza coi picchi di clima invernale o con l’arrivo delle forme virali, che da ottobre a febbraio tormentano milioni di italiani costringendone a letto una buona percentuale, potrebbe prima o poi scoprire l’esistenza di una patologia di carattere cronico.

Esami e visite specialistiche: alla ricerca delle cause del raffreddore cronico

Inutile, se non per escludere altre diagnosi, in tali casi si rivela il ricorso ad esami specialistici incrociati da otorini ed allergologi, strada battuta da tantissimi pazienti affetti dalla misteriosa di raffreddore recentemente catalogata in campo medico come Naresma. Gli occhi perennemente rossi e la respirazione talvolta faticosa inducono in errore i diretti interessati, convinti di dover intraprendere un immediato percorso di cura con farmaci antiallergici o antimucolitici di varia “potenza” quando non addirittura di aver necessità di un intervento chirurgico.

(Come individuare e combattere il raffreddore cronico: i consigli degli esperti, video)

Raffreddore cronico, come e quando intervenire: cause, diagnosi e rimedi

Grazie ad un test citologico effettuabile tramite un prelievo di un modesto campione di mucosa, potrebbero essere svelate le cause di simili disturbi, specialmente allorquando il microscopio dell’analista mettesse in rilievo la presenza di mastocellule ed eosinofili in misura anche non particolarmente rilevante, trattandosi di cellule incompatibili con la secrezione nasale.

    Twitter @My_Best_Place

Cause e cura del raffreddore cronico

Il rischio che questa patologia possa portare nel giro di pochi anni a forme di varia intensità di asma bronchiale o ancora ad un’altrettanto fastidiosa poliposi nasale viene ormai scongiurato generalmente dalla somministrazione di antistaminici e cortisoni topici, sempre che i riscontri analitici siano di univoca interpretazione. Secondo quanto attestato da recenti ricerche scientifiche, a soffrire di raffreddore cronico sarebbero attualmente più di otto milioni di persone in tutta Italia, con una percentuale che tra i bambini supera il 13%.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017