Excite

Rinnovo medico per non residenti: quali documenti servono?

Quando ci si sposta in una nuova città e si pensa di restare per un periodo più o meno lungo ma limitato è indispensabile farsi assegnare ad un medico di base (il cosiddetto medico generico o di famiglia) che potrà essere d’aiuto per qualsiasi evenienza medica. Solitamente, per fare ciò, bisogna consegnare alcuni documenti all’Asl di riferimento. Documenti che poi vanno presentati anche allo scadere di un anno per il rinnovo. Vediamo quali sono...
    Facebook

FARSI ASSEGNARE AD UN MEDICO DI BASE

Avere un medico di base è un diritto di ogni cittadino italiano anche se non residente in quel Comune. Il medico di base può essere richiesto quando il soggiorno o la permanenza in una certa località è superiore ai tre mesi. In caso contrario si deve fare riferimento alle guardie mediche turistiche o agli ospedali. Per essere assegnati ad un medico bisogna fare richiesta all’ufficio territoriale della Asl di residenza. Prima però bisogna richiedere la cancellazione temporanea del proprio medico di famiglia, operazione che si concluderà col rilascio di un documento da presentare poi all’Asl. Insieme a questo documento bisogna presentare anche la tessera sanitaria e un documento di identità. Oltre a questi documenti vanno infine allegate altre certificazioni che si differenziano sulla base delle motivazioni che hanno portato al trasferimento.

QUALI DOCUMENTI SERVONO PER L’ASSEGNAZIONE E IL RINNOVO

Ai non residenti che si trovano in una nuova città per motivi di lavoro è richiesta una copia del contratto di lavoro oppure una certificazione aziendale che provi che la persona si trova fuori sede perché in trasferta. Se invece si è fuori sede perché studenti bisogna presentare un documento che attesti l’iscrizione a una scuola o a un’università della città di riferimento. Il documento lo produrrà l’istituto o l’ateneo che si frequenta. Se invece si è costretti a vivere fuori per motivi di salute bisogna presentare un certificato del medico specialista che dichiari il periodo necessario per le cure. Questi documenti, insieme al documento di identità, alla tessera sanitaria e al certificato di cancellazione del vecchio medico vanno presentati anche allo scadere dei dodici mesi, nel caso si volesse rinnovare il medico di base per un nuovo anno.

LE PERSONE CHE HANNO DIRITTO

Ricapitolando, hanno diritto ad un medico di base in un comune i seguenti non residenti: studenti, lavoratori fuori sede, persone costrette al trasferimento provvisorio per motivi di salute. Rientrano in questa categoria anche le persone costrette a soggiornare in certe località climatiche per comprovati motivi medici. Tra le persone aventi diritto al medico di base anche iseminaristi e i convittori esimilari assenti dalle loro famiglie per motivi di studio.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017