Excite

Rivoluzione e cambiamenti in arrivo per il medico di famiglia

  • Facebook

Rivoluzione in arrivo per il medico di famiglia, le novità sono state approvate ieri dal Comitato di settore sanità delle Regioni. Novità dicevamo importanti perchè prevedono l'apertura degli studi per sedici ore al giorno, dalle 8 alle 24, per sette giorni su sette. Nelle ore notturne entrebbe in campo il 118 che si occuperebbe delle urgenze mentre i casi meno gravi verrebbero rinviati poi al mattino successivo.

Un modo per dire addio alle file infinite per pagare ticket e prenotare visite, oltre alla possibilità di superare il problema della presenza ridotta del medico di base. La volontà sarebbe quella di accorpare in un ruolo unico il medico di famiglia e la guardia medica con la restante parte affidata dopo le 24 all'ospedale: "Una staffetta che consente di avere più medici disponibili nell’arco della giornata, andando a coprire anche fasce orarie come quelle delle 8 alle 10 del mattino o del primo pomeriggio, dalle 14 alle 16, oggi meno coperte. E che generano così intasamenti nei pronto soccorsi a discapito di chi ha una vera emergenza" ha spiegato Giacamo Milillo, segretario del sindacato dei medici di medicina generale Fimmg.

Rinnovo medico per non residenti: quali documenti servono?

Saranno le Aft (Aggregazioni territoriali funzionali) a gestire il tutto: terminato il turno del medico di fiducia ce ne sarà comunque un altro a disposizione che sarà collegato a un database con tutti i dati degli assistiti. I servizi di pediatria saranno invece garantiti dalle 8 alle 20 per cinque giorni la settimana. L'obiettivo sarebbe quello di favorire la nascita di nuovi maxi-ambulatori con la presenza di più medici di famiglia dove fare analisi cliniche e accertamenti meno complessi oltre alla piccola chirugia.

Ad oggi in Italia si contano già 800 strutture di questo tipo "che dovrebbero ora diffondersi in tutto il territorio nazionale grazie alla nuova convenzione, sempre che arrivino poi le autorizzazioni regionali" ha precisato Milillo. Con le Aft sarà possibile prenotare visite, esami e pagare il ticket attravrso lo studio del medico di famiglia. Un meccanismo che potrebbe portare anche a una maggiore trasparenza nella gestione delle liste d’attesa. L'idea sulla carta sembra buona, siete d'accordo?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017