Excite

Robert Edwards, a lui il Nobel per la medicina. Le critiche del Vaticano

Ieri mattina lo scienziato britannico Robert Edwards, 85 anni, ha ricevuto il premio Nobel per la medicina. Il celebre ed importante riconoscimento è stato assegnato allo scienziato per aver messo a punto la tecnica della fecondazione in provetta. Grazie alla tecnica Fivet, realizzata dal medico inglese con il collega Patrick Steptoe nel 1968, sono nati 4 milioni di bambini da coppie con problemi di fertilità.

Proprio nel 1968, infatti, Edwards è riuscito per la prima volta a fecondare un ovulo umano al di fuori del corpo di una donna, unendolo a uno spermatozoo in provetta. La prima bambina venuta al mondo grazie agli studi dello scienziato è stata Louise Brown, nata il 14 luglio del 1978.

All'epoca gli studi di Edwards e del suo collega Steptoe, morto nel 1988, avevano sollevato aspre polemiche nella chiesa cristiana e tra i medici certi che la fecondazione artificiale non avrebbe mai funzionato. Ma le polemiche, ancora oggi, sembrano non essersi stemperate. Contro il Nobel allo scienziato britannico, infatti si è scagliato il Vaticano. Il presidente della Pontificia Accademia per la Vita, monsignor Ignacio Carrasco de Paula, ha così commentato l'assegnazione del premio per la medicina: 'Ritengo che la scelta di Robert Edwards sia completamente fuori luogo'.

Il prestigioso riconoscimento è stato assegnato a Robert Edwards 'per lo sviluppo del trattamento della fecondazione umana in vitro. Le sue scoperte hanno reso possibile il trattamento della sterilità che colpisce un'ampia porzione dell'umanità e più del 10 per cento delle coppie nel mondo'.

 (foto © LaPresse)

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017