Excite

Scabbia: ecco come si prende

La scabbia è un’infezione della pelle causata da un parassita. Ma come si prende? Prima di tutto occorre capire di cosa stiamo parlando. La malattia è legata alla presenza di un acaro, invisibile a occhio nudo, che depone le uova sotto pelle. Da qui si creano delle piccole vesciche dolorose, che inizialmente possono essere confuse con semplici bolle e provocano prurito soprattutto in un ambiente caldo. Successivamente le piccole pustole si trasformano in croste conferendo all’epidermide una sensazione di squamosità, non proprio gradevoli alla vista. Non esiste un’età precisa per contrarre questa infezione che negli anni sta di nuovo aumentando dopo un periodo in cui sembrava sostanzialmente marginale.
    Dal web Wikipedia

La scabbia si prende soprattutto con i rapporti sessuali

Ma quindi come si prende la scabbia? La trasmissione attraverso un prolungato contatto con la pelle di una persona che è affetta dall’infezione. I rapporti sessuali sono sicuramente il principale vettore della malattia e addirittura anche l’uso del preservativo non mette pienamente a sicuro dal contagio. Inoltre è possibile contrarla in luoghi molto affollati quando si creare un contatto con altre persone, per esempio ai concerti o sui mezzi di trasporto pubblico. In misura minore la scabbia può insorgere usando indumenti, biancheria, asciugamani o lenzuola di soggetti affetti dall’acaro che genera la nascita di queste vesciche.
I parassiti, infatti, riescono a sopravvivere dalle 24 alle 36 ore anche senza attaccare l’epidermide umana. Detto in altre parole si annidano tra i tessuti per circa un giorno e mezzo, conservando le proprie caratteristiche.
    Dal web Guidagenitori.it

Scabbia: i pericoli sulla salute

Al di là di come si prenda, la scabbia non ha effetti particolarmente problematici sulla salute. L’unica complicazione può essere legata alle ulteriori infezioni per il grattarsi continuamente. Per guarire bisogna consultare il medico chiedendo la prescrizione di una cura adeguata; generalmente si tratta una crema da applicare sul corpo la sera, prima di andare a letto per consentire una prolungata azione. Attenzione, comunque: senza la terapia il problema è destinato a proseguire a “tempo indeterminato”, in quanto il parassita non scompare in maniera spontanea come si potrebbe erroneamente credere.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017