Excite

Sciroppi per la tosse vietati ai bambini: sono poco efficaci e potenzialmente dannosi

Negli Stati Uniti, appena reduci dal ritiro forzato dal mercato di alcuni sciroppi per la tosse venduti come "per bambini" ma in realtà mai passati attraverso i necessari protocolli sperimentali le case farmaceutiche sono terrorizzate dalla richiesta dell'FDA (Food and Drug Administration, agenzia americana che vigila sui farmaci) di vietare tout court sciroppi per la tosse di qualsiasi tipo ai bambini al di sotto dei 6 anni e di rendere molto più severe le norme per i bambini dai 6 ai 12 anni.

Perchè? Oltre ad essere scarsamente efficaci questi prodotti - secondo la FDA - essendo venduti liberamente nei banconi dei supermercati ed essendo percepiti come relativamente innocui spesso sono la causa di effetti collaterali da uso improprio e da sovradosaggio assolutamente non banali, come malesseri, allucinazioni ed in alcuni per fortuna rari casi persino la morte.

Naturalmente "Big Pharma" è in fibrillazione: il mercato legato ai medicinali "sintomatici" (come gli sciroppi per la tosse) per i più comuni malesseri invernali è enorme e il divieto che sta per essere emanato sarebbe un danno economico enorme. In Italia c'è stata recentemente una disposizione dell'Emea (l'agenzia europea del farmaco) in base alla quale c'è stata una forte riduzione dell'utilizzo sui bambini dei farmaci mai testati specificamente sui bambini stessi. Uno dei paradossi dei farmaci cosiddetti "per bambini" infatti è che spesso non sono altro che farmaci per adulti a ridotto dosaggio. Ma l'organismo di un bambino e di un adulto sono profondamente diversi e non è detto che ridurre i dosaggi sia sufficiente per rendere sicuro l'impiego di un determinato principio attivo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017