Excite

Sostanze "dopanti", ma legali

Con il termine doping, si intende l'uso improprio di specifici prodotti (medicinali o chimici) in grado di migliorare le prestazioni sportive o il rendimento fisico di un soggetto. Il tutto è artificiale, pericoloso e proibito dalla legge. Tuttavia, per favorire una attività fisica in modo naturale, esistono alcune sostanze "dopanti", ma del tutto legali e approvate.

Doping ? No, integrazione

Una tra le sostanze "dopanti" -ma assolutamente legali- che è stata al vaglio di numerosi studi e ricerche è la Creatina. Nei primi anni '90 furono in molti -sportivi, medici, federazioni sportive- a discutere riguardo l'impiego, e il suo potenziale dopante. Si arrivò quasi a bandirla da comune integratore. In realtà, studi e approfondimenti, finalizzarono che la creatina è un integratore che apporta diversi benefici tangibili che, essendo spesso piuttosto evidenti (incremento forza, energia prolungata, aumento tonicità e volume muscolare), fanno pensare al doping vero e proprio. Essa è un precursore della molecola di ATP, ovvero l'energia che verrà utilizzata dalle cellule in particolare durante sforzi muscolari brevi e intensi. Il suo assorbimento nell'intestino è favorito è potenziato se assunta assieme a zuccheri semplici, quali ad esempio succo di frutta.

Una sostanza di cui già si parlava nell'antichità e che per secoli è stata usata per potenziare la fertilità e la produzione di testosterone è il Tribulus Terrestris. Ad oggi verrebbe usato nelle palestre per apportare un aumento ormonale necessario ad incrementare la massa muscolare. In realtà molti studi a riguardo dissolvono un po' la leggenda, ma sembrano confermare che -in presenza di un livello di testosterone libero molto basso- ci possa essere un miglioramento. Da qui, a indurre anabolismo muscolare e crescita di massa magra, il cammino è molto lungo.

Un'altra sostanza "dopante" in senso buono è la Carnitina. Si tratta di un aminoacido utilizzato dal corpo per trasformare i grassi in energia e per risparmiare quindi l'uso di glicogeno in attività fisiche di durata e prettamente aerobiche. Molti studi sono tuttavia discordanti e sembra necessario ancora del tempo per evidenziarne i reali benefici in ambito sportivo. Un appurato beneficio riportato dall'assunzione di carnitina, si riscontra in chi soffre di problemi cardiaci. Stimola, infatti, la contrattilità cardiaca.

Ascoltare il proprio corpo

Se quindi vogliamo far passare il termine, queste sono alcune tra le sostanze "dopanti" e legali più popolari in ambito sportivo. Resta il fatto che alla base di ogni integrazione supplementare, ci deve essere una alimentazione bilanciata e proporzionata. Se poi -a seguito di esperienza e confronti vari- si desidera assumere altre sostanze, è d'obbligo valutare oggettivamente i riscontri sul nostro organismo e capire se ne abbiamo realmente bisogno.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017