Excite

Stanchezza cronica. I sintomi

Capita a tutti di dover fare i conti con periodi di forte stanchezza, solitamente dovuta a molteplici cause come per esempio lo stress o il super lavoro, se però questo stato passa con il riposo non dà preoccupazione. Se la stanchezza diventa cronica e i sintomi non possono più passare inosservati, diventa consigliabile consultare il proprio medico per escludere le molte malattie che potrebbero essere causa di questo sintomo e soprattutto per individuare una terapia.

I sinotomi della stanchezza cronica

Quasi la metà delle persone che consultano il medico lamentano un prolungato periodo di stanchezza. La stanchezza cronica e i relativi sintomi sono comuni in molte patologie. E' un dato di fatto, però, che sono pochi i pazienti affetti da Sindrome da Stanchezza Cronica.

Non si sa ancora da dove tragga le sue origini la Sindrome da Stanchezza Cronica (o Chronic Fatigue Syndrome, da cui CFS), certo è che questa patologia sia caratterizzata da una stanchezza prolungata, debilitante con il passare del tempo e con tanti sintomi generici come la cefalea, il mal di gola ricorrente, diffusi dolori muscolari e alle ossa, disturbi del sonno, leggera perdita di memoria, difficoltà di concentrazione e malessere fisico generale. I sintomi, per definizione della malattia, devono manifestarsi per almeno 6 mesi.

Questa patologia è più comune nella fascia di età compresa tra i 35 e i 40 anni ed è praticamente assente negli anziani. Predilige il sesso femminile e i casi in età pediatrica sono molto rari. Non è contagiosa.

Per essere certi che si tratti di Stanchezza Cronica oltre ad uno stato prolungato di affaticamento ci vuole un'attenta valutazione clinica che nonostante la presenza dei sintomi sopra descritti escluda altre malattie.

La sintomatologia della CFS porta a limitazioni nello stile di vita, ad un isolamento sociale e a stati di depressione.

La stanchezza cronica

La definizione di Sindrome da Stanchezza Cronica si basa sulla presenza di determinate condizioni: una fatica cronica protratta in un arco di tempo di 6 mesi che non è alleviata da un buon riposo. Per confermare la stanchezza cronica gli ulteriori sintomi devono essere almeno 4 tra: disturbi della memoria e della concentrazione, faringite, dolori delle ghiandole linfonodali cervicali e ascellari, dolori muscolari e delle articolazioni, cefalea, sonno non ristoratore o debolezza a seguito di esercizio fisico.

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017