Excite

Tallulah figlia di Bruce Willis in slip e reggiseno per spiegare la dismorfofobia

  • youtube

Tallulah la figlia di Bruce Willis e Demi Moore si è spogliata per raccontare la sua malattia. Tallulah soffre di dismorfofobia, una fobia che ha radici nella visione distorta del proprio corpo. Questa paura viene causata dal preoccuparsi eccessivamente della propria immagine esteriore e può portare a diversi disturbi, tra cui lo stress emozionale e l'incapacità di intraprendere relazioni sociali e sessuali. Una malattia che isola ch ne soffre dal resto del mondo e porta anche all'anoressia o alla bulimia, come conseguenza della non accettazione del proprio corpo.

Leggi la news sul carcere per chi istiga all'anoressia in rete

Tallulah Willis si è messa in slip e reggiseno davanti alla telecamera per spiegare come lei stessa ha affrontato la dismorfofobia. All'età di 13 anni le venne diagnosticata questa malattia nata in giovane età a causa della sua insicurezza nei confronti del suo aspetto. Tallulah racconta che, quando aveva 13 anni, si sentiva continuamente brutta anche a causa dei tabloid che continuava a leggere. La ragazza, nell'intervista per StyleLikeU, afferma che credeva “di più agli estranei che a coloro che mi amavano, perché le persone che mi volevano bene avrebbero dovuto essere oneste con me?”.

La malattia di Tallulah l'ha portata a dare sfoggio del suo corpo, la ragazza afferma che aveva cominciato a mettersi continuamente pantaloncini corti e reggiseni push-up, Tallulah dice che la malattia “mi faceva vestire in modo tale da mostrare il sedere e il seno e tutte quelle cose per le quali avrei attirato attenzione”. Tallulah si sentiva prigioniera del suo corpo e incominciò ad affamarsi da sola e confessa che aveva “iniziato a non mangiare e perdere peso, sono arrivata a circa 43 chili. Ho perso le mie curve e il mio seno era diventato nulla, non avevo più forme. E questo mi ha chiuso ancora di più in una gabbia”.

Non più di un anno fa Tallulah Willis è guarita dalla dismorfofobia, mentre si è vestiva con un paio di pantaloni e una maglietta a maniche lunghe ha scoperto di sentirsi bellissima. Ora Tallulah aspira ad essere una scrittrice e finalmente può riscoprisi affermando “mi piaccio come sono dentro di me”. La sua campagna per sensibilizzare le persone alla dismorfofobia segue quella di sua sorella Scout, che ha girato in topless per Manhattan per la protesta conto la censura su Instagram, per la quale ha fondato anche un movimento proprio chiamato “Free the Nipple”, libera il capezzolo.

Guarda il video di Tallulah Willis per la dismorfofobia

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017