Excite

Vaccino omeopatico per bambini: ecco cosa bisogna sapere

Il vaccino omeopatico per bambini è sempre più praticato per consentire la stimolazione del sistema immunitario contro l'influenza. Tuttavia, è opportuno sapere che non va fatta confusione: non esistono altri strumenti sostituire le vaccinazioni obbligatorie a cui vanno sottoposti i neonati per evitare la contrazione di infezioni che possono risultare mortali. È comunque possibile sottoporsi a cure omeopatiche con buoni risultati, avendo fissata una certezza: nella peggiore delle ipotesi, i vaccini omeopatici per bambini non producono effetto, ma non sono per nulla tossici per il nostro organismo (al contrario di quanto avviene con i farmaci tradizionali).
    Dal web assis.it

Il vaccino omeopatico per bambini? Non è tossico

Perché il vaccini omeopatico per bambini non è ritenuto tossico? La risposta ha un fondamento scientifico: le medicine per l’omeoprofilassi sono preparate seguendo il processo di “diluizione e succussione”, che per semplificare elimina la sostanza iniziale della molecola utilizzata. Ed è per questo motivo che la tecnica dell’omeoprofilassi è sottoposta a critiche: il lavoro di modifica potrebbe infatti eliminare anche gli effetti benefici. Ma per non addentrarci nello scontro teorico è bene limitarsi ai fatti concreti: e in tal senso si può tranquillamente affermare che dal punto di vista scientifico le medicine omeopatiche non producono alcun danno al nostro organismo. Anzi alcuni studi raccontano come sul lungo termini i vaccini omeopatici per bambini abbiamo garantito una costituzione migliore.
    Dal web salute.poufemme.it

Oltre il vaccino omeopatico per bambini: la personalizzazione della cura

Cos’altro bisogna sapere sul vaccino omeopatico per bambini? La base di questa pratica è la personalizzazione della cura, che nella fattispecie dei neonati non può essere applicata in pieno. La logica di questa pratica sostiene infatti che in natura non esistono protocolli scientifici ma singole reazioni. Per semplificare il concetto: un tipo di terapia può avere degli effetti su paziente, ma potrebbe non avere gli stessi risultati su un altro soggetto.
Il motivo è semplice: ogni organismo ha delle reazioni diverse a determinati stimoli. Pertanto è fondamentale la predisposizione alla collaborazione da parte del paziente adulto, che deve fornire un resoconto al medico per eventuali aggiustamenti della terapia.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017