Excite

Virginia, giustiziata Teresa Lewis nonostante i suoi ritardi mentali

Alle 09:13, ora locale, in Virginia è stata eseguita la sentenza con la quale nel 2003 è stata condannata a morte Teresa Lewis, 41 anni, per aver assoldato i killer che uccisero il marito e il figlio adottivo di lui. Non sono serviti a nulla gli appelli alla clemenza giuti da tutto il mondo, basati sui suoi ritardi mentali. L'esecuzione è avvenuta. La donna è stata la prima ad essere giustiziata in Virginia da un secolo e la prima negli Stati Uniti dal 2005.

A stroncare la vita di Teresa, che aveva trascorso sette anni nel carcere correzionale di Greenesville, un cocktail di barbiturici. La donna si era dichiarata colpevole di aver ordinato a due uomini, uno dei quali il suo amante, di assassinare il marito e il figlio adottivo di lui, un ragazzo di 25 anni.

L'accusa ha sostenuto che la Lewis avesse pianificato il tutto a sangue freddo con lo scopo di incassare i soldi dell'assicurazione sulla vita. I suoi due complici erano stati condannati all'ergastolo, mentre per Teresa il giudice aveva deciso per la pena di morte, in quanto l'aver pianificato l'omicidio a sangue freddo la rendeva maggiormente responsabile. Dopo la condanna, il 22enne Matthew Shallenberger, amante della donna, si suicidò. I legali di Teresa hanno sempre sostenuto che la donna soffriva di un disturbo di personalità che la rendeva dipendente e che fosse stata raggirata dai due complici. Gli avvocati avevano anche presentato una lettera dei due uomini i quali ammettevano di averla manipolata. La Lewis, inoltre, aveva un coefficiente intellettuale di 72, solo due punti sopra il limite che segna il limite legale per il quale un'esecuzione è incostituzionale.

Non sono valse a nulla le quasi 4mila richieste di grazia arrivate sul tavolo del governatore della Virginia, Robert McDonnell. Prima della condanna, Teresa ha mangiato pollo fritto, piselli al burro, torta di cioccolato, crostata di mele, ha benuta una Soda e, rivolgendosi alla figlia, ha detto: 'Voglio solo che Cathy sappia che le voglio bene, e che mi dispiace molto'.

 (foto © LaPresse)

salute-benessere.excite.it fa parte del Canale Blogo Donna - Excite Network Copyright ©1995 - 2017